lunedì, giugno 02, 2008

Chi sono i docenti di oggi: Luca Cafiero.

Vedo che c' è meraviglia per il clima di questi giorni all' Università Romana La Sapienza . Non c' è molto da meravigliarsi, perchè molti "insigni docenti universitari" di oggi me li ricordo bene.
Uno di questi è Luca Cafiero, docente di filosofia all' università statale di Milano, ai miei tempi, con Mario Capanna uno dei più noti capi del Movimento Studentesco della Mia Città. Fondatore poi del MLS, Movimento Lavoratori per il Socialismo,di cui divenne Segretario,approdò poi in Parlamento per diversi anni e nelle elezioni del 1983 superò nelle file del PCI in alcune circoscrizioni napoletane persino il capolista, nientemeno che Giorgio Napolitano.

A Cafiero in quegli anni faceva riferimento tutta la galassia del servizio d' ordine del Movimento Studentesco. Spesso, nei cortei, era in prima linea. Però girava in Triumph...

Comments:
...ma chi te le dice certe cose?
Ma hai mai visto Cafiero girare in moto?
A quanto ne so, non ha mai guidato nemmeno una Lambretta, e certamente non è in grado di guidare una Triumph.
Ma perchè dovete inventare cazzate per alimentare la vulgata del "comunista possidente"?
Dobbiamo tutti averci le pezze al culo per fare piacere a quelli come voi?
 
Trascurando, colpevolmente, questo Blog/archivio, a favore degli altri due, non ho messo in prima pagina l' avviso che anche qui non sono accettate parolacce. Dunque, ulteriori commenti contenenti termini scurrili non saranno passati.

L' anonimo compagno visitatore ignora che ho 53 anni e sono di Milano. Ignora poi che in quegli anni in Italia circolavano AUTOMOBILI Triumph, non motociclette.

"Comunista possidente" un' invenzione ? Ma cos' erano il Marchese Francesco Mori Ubaldini degli Alberti Lamarmora, Francesco Bellosi, Roberto Tuminelli e l' impareggiabile editore Giangi Feltrinelli ?
 
Questo blog è solo intrinseco di un vomitoso anticomunismo,non contestualizzato e di parte! Se è proprio tanto bravo a parlare di "storia" allora perchè non cita il clima di repressione antioperaia perpretata dallo Stato contro chi si opponeva a salari da fame,scuola di classe e disuguaglianze varie??? Le ricordo che la violenza terroristica è da sempre estranea al movimento operaio,non invece allo Stato borghese e ai suoi servi fascisti(le ricorda nulla la Strage di Piazza Fontana del'69?).Concludo rammendandole le parole di poco tempo fa pronunciate da Kossiga in cui invitava il gerarca Maroni a fare come lui nel '77 ossia infiltrare nel movimento popolare di lotta elementi violenti per legittimare la violenza dello stato e far passare agli occhi dell'opinione pubblica i"rossi" come estremisti(ovviamente con la complicità del PCI di Berlinguer).Come vede la storia ha più facce,io penso che la sua versione sia corrispondente a quella dei borghesi e quindi antitetica alla mia proletaria.Quindi,questioni di punti di vista...
 
Ueilà !
Proprio un concentrato di "sinistrese" senz'arte nè parte !
Manca un bel commento pro-Cesare Battisti !!!

E pure un W Pinelli !

Si commenta da solo, anche se aggiungo che per Piazza Fontana non c'è NESSUN condannato...
 
ma che commenti strafritti..banali..poveri.Vogliamo parlare di dove si trova OGGI chi ha ammazzato Claudio Varalli??..Alberto Brasili...(anche la sua fidanzata fu aggredita e colpita da quel gruppazzo di bravi ragazzi della milano-bene..)Dell'impegno contro lo spaccio principalmente di eroina e cocaina in cui erano impegnati due ragazzi giovanissimi come Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci????Dove si trovano i "principali indiziati"????Non me ne vogliano i parenti e amici di quelli che non cito.Io vivevo in Citta' Studi-avevo circa 15 anni e sono cresciuta li'-Conoscevo "compagni" che studiavano mantenendosi lavorando e conoscevo tanta gente della milano-bene che sperperava i soldi di famiglia in stronzate,frequentavano scuole private dove a fine anno i genitori pareggiavano l'ignoranza dei propri rampolli con offerte generose in denaro.I compagni erano cultura gli altri erano superficialità-noia.Con i compagni si parlava di VITA.Con gli altri... le ragazze erano solo da scopare e farle stare zitte con regalini(la borsettina di Gucci,gli occhiali firmati,il portachiavi per il "vespino primavera",il fine settimana ad Arona nella seconda casa di famiglia..)-Claudio Varalli e' stato ammazzato durante una manifestazione per il diritto alla casa.LA PRIMA,non quella di campagna di mamma e papa'...Luca Cafiero e' docente di filosofia e non ha mai sparato in testa a nessuno.Che dire "di" e dove stanno Corsi..Carminati...Fioravanti..Braggion...?
 
Come no. Parliamone, dato che qui ed altrove me ne sono occupato ampiamente.
1)Varalli NON è stato ammazzato in una manifestazione per la prima casa, ma durante un' aggressione ad un ragazzo di Destra ZOPPO a causa della poliomelite.Varalli stava tornando da una manifestazione per lo sgombero delle case occupate abusivamente in Corso Garibaldi. Occupare abusivamente NON è un diritto.In Piazza Cavour hanno incrociato la Mini di Braggion, dalla quale vengono sventolati alcuni volantini del FUAN su Vietnam,Cambogia e Portogallo.Con scritto NO AL COMUNISMO. Subito una cinquantina di rossi ,quasi tutti dotati di chiavi inglesi, bloccano l'auto:due occupanti scappano subito;Braggion,che non può correre perchè ZOPPO, prima si chiude dentro.Ma quando le chiavi inglesi spaccano il parabrezza, vistosi perduto,afferra la pistola della madre che teneva nel cassetto, e spara prima di essere sopraffatto. Varalli muore. Per Antonio Braggion, dopo vari processi, la Cassazione dichiarerà PRESCRITTO il Reato di ECCESSO COLPOSO DI LEGITTIMA DIFESA e lo condannerà solo per il Reato di PORTO ABUSIVO DI PISTOLA a tre anni;poi condonati.
Oggi Antonio Braggion è un Avvocato, e non vede di buonocchio le calunnie.

===========

Io,invece, non vedo di buonocchio le parolacce, che non verranno tollerate in eventuali repliche, grazie.
 
Più o meno quello che scrissi nel 2007 nel Blog Principale "Santosepolcro" in questa risposta:

========================

"Braggion e Varalli. "

Se vai a cercare in un sito sinistro, Claudio Varalli è praticamente un poveraccio freddato a sangue freddo dal criminale assassino Braggion,turpe picchiatore nero.

In realtà le cose sono assai diverse, come le tre sentenze giudiziarie hanno stabilito.

Antonio Braggion il 17 Aprile 1975 stava recandosi al Cinema Cavour nell'omonima piazza milanese (io abitavo a neanche 100 metri in linea d'aria, e avrei potuto passare di la anch'io...)con la Mini Minor della madre con un paio di amici. Braggion non era iscritto a nessuna formazione, anche se era conosciuto come Sanbabilino. Dovrei farti una lunga disgressione sulle differenze di allora tra Fasci e Sanbabilini, ma ci vorrebbe un post lungo come la fame. Magari ci sarà occasione un' altra volta.
Dunque, Braggion stava parcheggiando la macchina (so anche dove, vicino al benzinaio Agip; avevo anch'io una Mini, allora, e li era comodo.
In quel momento, reduci da una manifestazione, davanti al Bar Cavour (Bar e Cinema sono praticamente attaccati), in cerca di qualche Fascio da Bar (come chiamavamo noi i Sanbabilini) passa una cinquantina di compagni. Molti con bastoni ma soprattutto le micidiali chiavi inglesi del 36. (Hazet 36: FASCIO dove sei ? sui muri della mia città). Si fermano e riconoscono il Braggion. I due amici scappano prontamente, dato il numero. A questo punto matura il dramma: Braggion claudicante perchè POLIOMELITICO, capisce che non può sfuggire e rientra nella mini. Cerca di partire, ma una Hazet 36 gli sfonda il parabrezza. Gli spalancano le porte; Braggion impugna la pistola 7,65 che teneva in auto ( certo, col senno di poi, da condannare. Ma da pochi giorni era stato massacrato Sergio Ramelli, che morirà il 26 dopo una quarantina di giorni di agonia; e le aggressioni verso i Fascisti erano all'ordine del giorno)e spara. Varalli, colpito, muore.


L' "ASSASSINO" così come oggi scrivono ancora sui siti comunisti Braggion, venne riconosciuto in Appello colpevole NON di Omicidio, ma di eccesso di Legittima Difesa e Porto Abusivo di Arma. La Cassazione dichiarò prescritto il primo reato, e confermò soli il porto abusivo. Tre anni poi condonati."
 
Alberto Brasili.

Nessuno dei responsabili è mai stato iscritto a formazioni legate al MSI. Il grave atto di sangue avvenne però nel clima rovente del 1975, a meno di un mese della Morte di Sergio Ramelli.
Se la sedicente Paola abitava davvero da quelle parti, ricorderà certo quei simpatici ragazzi di Avanguardia Operaia colpevoli di quell' omicidio , di altri reati e dell' assalto al Bar di Largo Porto di Classe del 1976.
Io, allora studente di Medicina, ricordo tutto molto bene.

Non c' erano figli del popolo, ma figli di papà, tra le loro fila.
 
Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci.

Ogni inchiesta è stata archiviata senza condanne. Vogliamo essere garantisti, Sig.ra Paola ?

E' inquietante invece il fatto che a pochi metri dell' abitazione del Tinelli ci fosse un covo BR.Il covo di Via Montenevoso. Strano.
 
Mario Corsi.

Assolto per i reati di Omicidio.

Ora DJ radiofonico, gode della stima di personaggi come Venditti ed Achille Serra.
 
Carminati e Fioravanti.

Colpevoli doppiamente perchè e TERRORISTI e di DESTRA:la penso come Almirante, da sempre, e da sempre lo scrivo.
Recentemente ho scritto che Fioravanti dovrebbe restare in galera.
Ma, come tantissimi, penso sia completamente INNOCENTE per Bologna.
 
E concludiamo.


Sicura di essere Milanese come me ?

Lei scrive:
"milano-bene che sperperava i soldi di famiglia in str*****,frequentavano scuole private dove a fine anno i genitori pareggiavano l'ignoranza dei propri rampolli con offerte generose in denaro".

Sicura ? Mai sentito parlare di Roberto Tumminelli ? No ????


=================

Ben pochi i compagni pvoletavi, allora. Come oggi. I loro figli sono sempre della Gauche Caviar, Sig.ra Paola...

Li conosco bene.
 
hahaha
 
no ma scusate.
io sinceramente non ero nato in quegli anni... forse nell'ultimo periodo.
Ma considerare quegli anni come "formidabili" mi pare eccessivo.
Che avete fatto di così grandioso in quegli anni?
Dato che non ne so molto, apritemi gli occhi.
Spinte a livello di progresso, a livello economico o scientifico?
A ben vedere, da quanto ne so, c'era una generazione intera che, divisa in due schieramenti politici, si menava, compiva attentati (contro civili innocenti.. o forse nemici della vostra causa?), atti che forse in guerra possono venir compiuti.

Illuminatemi, se posso abbassare l'accezione di questo termine, parlando di questo merdaio che voi, ragazzi degli anni 50 e oramai vecchi, avete creato.
E ricordate: quello che VOI avete fatto si nota tuttora sia nella politica che nella società.

Grazie per questa magnifica conquista.
 
Sono i compagni, a definirli "formidabili", Mario Capanna in testa. Per me furono anni di sangue, anni di prevaricazione essenzialmente a chi non fosse schierato a gauche.

Qualcosa,però, si è fatto:arginammo il passaggio dell' Italia in campo comunista.
Non è poco...
 
caro autore di anni ne ho 51 sono di milano. di quegli anni sono rimaste solo lapidi e ingiustizie. forse anche io la pensavo come te, ma che delusioni.............or piu non batte che l ala del mio sogno
 
Appunto, per questo tramandiamo il ricordo...
 
ANTONIO BRAGGION E' UN ASSASINO, CONDANNA O NON CONDANNA.
 
Caro ANONIMO perchè non ti firmi: Braggion è avvocato...
 
Luca Cafiero mi insegnava filosofia all'Unione Professori...... Tumminelli era certo suo amico.
Io di anni ne ho 63 ....... e oggi quel periodo lo rileggo con calma. Salvando quanto di buono venne fatto e deprecando la violenza che ne ha insanguinato le pagine.
 
Cafiero è morto due giorni fa. Ora dovrà rispondere ad un Giudice più alto...
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Heracleum blog & web tools