martedì, marzo 20, 2007

Il libro nero delle Brigate Rosse.


Segnalo l' uscita, a chi voglia un buon compendio sui crimini brigatisti, l'uscita del libro di Pino Casamassima "Il libro nero delle Brigate Rosse" Newton Compton Editore.

E' un saggio dettagliato sul maggiore partito armato, e comprende, oltre a numerose foto, anche le immagini di alcuni giornali di quegli anni ed i comunicati di rivendicazioni con le farneticanti tiritere degli assassini che si dichiararono gli eredi dei GAP, i Gruppi di Azione Partigiana (quelli per cui Dario Fo scrisse: "La GAP :quand'e` che arriva non manda lettere ne' bigliettine non bussa giu' alla portasei gia` persona mortache il popolo ti ha condanna'.") e che vollero l'inizio della "Nuova Resistenza", come la chiamarono.
Ed anche i testi edificanti di alcune canzoni di quegli anni, come "La Ballata della FIAT":
"Signor padrone, questa volta per te andrà di certo male, siamo stanchi di aspettare che tu ci faccia ammazzare. Noi si continua a lavorare e i sindacati vengono a dire che bisogna ragionare di lottare non si parla più.
Signor padrone, ci siam svegliati e questa volta si dà battaglia, e questa volta come lottare lo decidiamo soltanto noi Vedi il crumiro che se la squaglia, senti il silenzio nelle officine. forse domani solo il rumore della mitraglia tu sentirai.
Signor padrone, questa volta per te andrà di certo male, d’ora in poi se vuoi trattare dovrai accorgerti che non si può. E questa volta non ci compri con le cinque lire dell’aumento, se offri dieci vogliamo cento, se offri cento mille noi vogliam.
Signor padrone, nomi ci hai fregati con le invenzioni, coi delegati, i tuoi progetti sono sfumati e noi si lotta contro di te. E le qualiflche, ie categorie noi le vogliamo tutte abolite, le divisioni sono finite: alla catena siam tutti uguali.
Signor padrone, questa volta noi a lottare s’è imparato, a Mirafiori s’è dimostrato e in tutta Italia si dimostrerà. E quando siamo scesi in piazza tu ti aspettavi un funerale, ma è andata proprio male per chi voleva farci addormentar.
Ne abbiamo visti davvero tanti di manganelli e scudi romani, però s’è visto anche tante mani che a cercar pietre cominciano a andar. Tutta Torino proletaria alla violenza della questura risponde ora, senza paura: la lotta dura bisogna far.
E no ai burocrati ed ai padroni Cosa vogliamo? Vogliamo tutto. Lotta continua a Mirafiori e il comunismo trionferà.
E no ai burocrati ed ai padroni! Cosa vogliamo? Vogliamo tutto! Lotta continua in fabbrica e fuori e il comunismo trionferà."
Inoltre c'è un elenco dei brigatisti e le loro attuali occupazioni. Un libro per capire e ricordare.

Comments:
Libro molto interessante.. chiunque sia interessato a capire e conoscere un'oscura ma fondamentalmente importante pagina della Storia Italiana potrebbe comprarlo per saperne ancora di più..
Ciao
Ricky

http://www.riccardof.com
 
che peccato che un blog così sia fermo da tanto!
 
Ciao,
volevo segnalarti l'iniziativa su www.blog4pdl.it. Cosa ne pensi?
Ciao.
Deco
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Heracleum blog & web tools