sabato, marzo 10, 2007

APRILE 1970.


2 Aprile: Emilia, gruppi di scioperanti occupano gli stabilimenti oltre ad una serie di uffici pubblici a Modena, Mirandola, S. Felice al Panaro, Finale Emilia e San Prospero.


6 Aprile: Torino, gruppi di scioperanti assaltano la FIAT e malmenano alcuni sorveglianti.


17 Aprile: Trento, cinquecento estremisti del Movimento Studentesco, dopo aver lanciato sassi al termine di un processo penale contro 2 universitari imputati di violenze, attaccano Polizia e Carabinieri nelle strade del centro cittadino dando vita a scontri violentissimi che si protraggono per tutto il pomeriggio fino a tarda notte. Viene assalita la sede dell' "Adige", mentre con cataste di legna date alle fiamme si tentano di costruire rudimentali barricate. Numerosi gli atti di vandalismo e moltissimi i feriti.


18 Aprile: Milano, un corteo non autorizzato, composto da elementi del Movimento Studentesco, del PSIUP e del PCI, provoca violenti scontri nelle strade centali con le forze di Polizia. Vengono erette barricate presso l' Università, in Piazza San Babila e Piazza Santo Stefano. Numerosi sono i feriti. Molte strade vengono disselciate nel corso dei disordini protrattisi per 4 ore, dalle 18 alle 22.
Genova, gruppi di comunisti aggrediscono il pubblico che assiste ad un comizio di Giorgio Almirante in Piazza Verdi. L' operaio missino e sindacalista della CISNAL Ugo Venturini (33 anni, nella foto) viene UCCISO da una bottiglia lanciata dagli aggressori.
Roma, mentre Valpreda è in Pretura, alcuni anarchici tentano di abbattere la porta di un aula, ne seguono tafferugli e 3 arresti. Lo stesso giorno settecento attivisti del movimento Studentesco si muovono in corteo da Piazza di Spagna a termini, all' Esquilino, a Piazza Navona, all' Argentina. Una serie di scontri con la polizia tra le 17 e le 21 si conclude con 20 feriti, 163 fermi e 3 arresti.
22 Aprile: Napoli, gruppi del Mov. Stud. aggrediscono agenti di Polizia e Carabinieri.
24 Aprile: Cagliari,gruppi di anarchici lanciano sassi e provocano tafferugli durante la visita di Paolo VI. Negli scontri con i manifestanti restano feriti 14 agenti. 30 persone vengono arrestate.
26 Aprile: Bologna, trecento giovani del Mov. Stud. tentano di penetrare nella Sala Mozart dove si tiene un raduno del MSI. Alcuni missini sono aggrediti e picchiati in Via Dante.

Comments:
APPROFONDIMENTO:


Genova, 18 aprile 1970, comizio di Giorgio Almirante. Come al solito, come sempre in quegli anni, è clima di scontro. La sinistra in tutte le sue componenti è mobilitata: dai famigerati camalli, gli scaricatori di porto, braccio armato del partito comunista, già famosi per aver impedito nel sangue il congresso del MSI del 1960, fino all'ultimo consigliere comunale socialdemocratico; tutti sono pronti ad impedire al leader missino di parlare in piazza Verdi. A sua volta anche la destra si mobilita; il comizio di Almirante è un po' il simbolo dell'orgoglio, del coraggio, della voglia di non farsi sopraffare. In piazza è scontro, la polizia separa i contendenti. Il comizio inizia, ma improvvisamente una carica dei camalli fa vacillare le fila delle Forze dell'ordine e i rossi arrivano da dietro fin sotto al palco. I militanti missini si stringono a fare scudo. Dalle file dei rossi vola di tutto: bastoni, bottiglie, sassi. E sarà un sasso o una bottiglia a colpire alla testa Ugo Venturini, 32 anni, sposato e padre di un bambino, dirigente dei Volontari nazionali di Genova, che si trova ai piedi del palco, alle spalle di Almirante, per proteggerlo. Durante gli scontri rimane ferito anche il giovane missino Carlo Marazzia di 19 anni.
Ugo Venturini morirà il primo maggio, giornata simbolo per un operaio come lui, sindacalista della Cisnal. Da quel giorno e fino al suo scioglimento, nel 1974, il Gruppo dei Volontari nazionali prenderà il suo nome.
 
Povero Venturini...morto per un'infezione...UPC
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Heracleum blog & web tools